Yoko Ogawa: una perfetta stanza di ospedale

Dopo il bellissimo “L’anulare”, l’editore Adelphi pubblica ora altri due racconti della scrittrice giaponese che si candida a divenire una delle mie preferite.  Penetrate e commovente è soprattutto il primo racconto, che dà il titolo alla raccolta,  scritto con una maestria e una precisione sorprendenti. Un racconto sulle difese mentali, sul modo di difendersi dal dolore, sulla tenerezza delle persone che arriva al punto di mostrare un’estrema durezza e disprezzo nei confronti della vita pur di non soffrire. La protagonista del racconto ricorda il modo in cui ha perso il suo giovane fratello e già l’inizio della sua storia è fulminante, acuto, da far male: “Ogni volta che penso a mio fratello, il cuore mi sanguina come una melagrana scoppiata”. Consigliato a chi ama provare emozioni leggendo.

Annunci

~ di ariemma su giugno 18, 2009.

11 Risposte to “Yoko Ogawa: una perfetta stanza di ospedale”

  1. Qst libro sarà uno dei miei libri da spiaggia: il primo dell’elenco!!!!
    Se non sbaglio domani qlcn compie gli anni, vero!?^_^
    qst sera non dimenticarti di esprimere il tuo desiderio!!!
    baci.
    a domani^_^

  2. io ho letto “l’anulare”…bellissimo. leggero anche questo!
    interessante il tuo blog, anche le tue lezioni.
    auguri per domani allora

  3. @ Salvatore e Lella: grazie per gli auguri, davvero gentili. anche il secondo racconto del libro mi sembra davvero bello.

  4. scusami se ti lascio gli AUGURI con un giorno di ritardo mio caro gemellino…spero che quest’anno ci porti tante cose belle…;)))*

  5. Ciao Tom,
    se non sbaglio mercoledì hai la presentazione del tuo meraviglioso libro “L’estensione dell’anima. Origine e senso della pittura”, volevo chiedeti se puoi fare un video e poi postarlo, per rendere partecipe anche chi non potrà essere presente.
    sai, ho avuto modo di parlare con alcuni “filosofi”, e mi hanno riferito che il tuo trip è stato fantastico, in modo particolare, l’ultimo incontro. mi è dispiaciuto non esserci, avrei potuto imparare qlcs di nuovo!!!
    Visto che fisicamente non potrò essere alla presentazione del libro potresti preparare un video!!^_^
    Ci conosciamo da tanto tempo, siamo amici, io sono stata sempre una tua fan, ho sempre creduto in te…..quindi farai il video!!(imperativo categorico!!^_^).
    Buona domenica.
    Baci

  6. @ababarbra: Scusami tu se non ti ho ancora risposto. Ti avevo fatto gli auguri nel post precedente, ma ho mancato di farti visita nel tuo blog. Verrò presto 🙂

  7. @Lella: Dai, però potresti venire con qualcuno! Il video credo che non lo farò, non verrebbe bene e rovinerebbe la spontaneità della presentazione. Già per registrare 5 minuti di lezione mi sono sentito a disagio! Può essere un buon motivo per invitare qualcuno ad uscire 🙂 Attiva l’aquila che c’è in te 🙂

  8. Mi dispiace, ma sono una DONNA, e sottolineo DONNA, “vecchio stampo” e cosi come è out il tradimento, è out (nella mia testa, ovviamente) chiedere ad un Uomo (i bambini lasciamoli alle mammine) di uscire!!!il mondo per me non va al contrario, sono gli uomini che devono invitare le DONNE. (scusa, ma mi irritano certe cose!)
    Ancor più squallido, sarebbe per me, sfruttare qlcn che non mi piace per farmi accompagnare da qualche parte, considerando che non mi porterebbe al trip. A dire il vero c’è uno che mi accompagnerebbe, ma il prezzo da “pagare per me è troppo alto” e non mi va di essere in debito con qualcuno!^_^…..
    I miei amici non sono disponibili, alcuni sono già partiti, altri devono studiare, mi sono già attivata, per qst ho chiesto il video!!^_^…..
    Per non sentirti a disagio chiedi sostegno alla tua Musa, c’è in gioco il tuo successo e potresti aumentare il numero di copie vendute!!al posto tuo non mi farei bloccare da una videocamera!! Sei tu che devi decidere cosa vuoi fare, chi vuoi essere e dove arrivare!!!^_^
    Cmq parliamo di affari:
    sono membro di un gruppo, “Giovani per Polvica” ed oltre all’organizzazione di eventi, dobbiamo anche scrivere articoli per il “Meridiano” (giornale mensile gratuito) e ho già scritto qlcs, ma mi serve la tua autorizzazione perché ho citato alcuni passi dal tuo libro. Ora, posso procedere o devo pagarti qlcs?
    In realtà volevo mettere anche l’immagine del tuo libro…
    Se trovo il tuo indirizzo mail te lo invio, dovrei averlo scritto da qualke parte, così dai uno sguardo e correggi, dato che non sono pratica. Io aiuto te e tu aiuti me, ricordi?!^_^
    L’articolo riguarda essenza ed apparenza, anche se non ho scelto il titolo, tanto ho tempo fino a mercol.
    Baci…
    p.s.
    scusa se sono stata antipatica, ma su determinate cose proprio non transigo!

  9. ho inviato la mail, solo che ho usato l’indirizzo dell’autoscuola.
    scuolaguidasara@libero.it.

  10. Volevo ringraziarti per il tuo consiglio di lettura, non conoscevo YOKO OGAWA ma leggerla è stata un’esperienza profonda, vibrante, era da tempo che non provavo emozioni così forti.. una scrittrice sublime.
    Leggendo Lei è stato come fare un viaggio in me stessa, mi immergerò sicuramente anche negli altri suoi libri…
    Ancora grazie, continuerò a seguirti con piacere.
    Un saluto affettuoso e auguri sinceri per le tue pubblicazioni.
    Gemma

  11. Veramente sono io a ringraziarti per la dritta che mi hai dato su Amy Hemperl. Adesso sono finalmente miei! “Ragioni di vivere” è bellissimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: