Galveston: Pizzolatto, True detective e … Dickens!

“All’inizio del romanzo ci troviamo di fronte all’impressione di una vita non ancora soggetta a una trama, una vita in cerca dell’intreccio che poi gradualmente avrebbe cominciato ad addensarsi intorno a essa; mentre alla fine abbiamo invece la sensazione di una vita che è sopravvissuta al suo stesso plot, vi ha rinunciato, ne è in un certo senso guarita: una vita ridotta a residuo e a sopravvivenza”. Queste frasi dedicate a Dickens dal teorico della narrazione Peter Brooks (e discusse qui) possono essere facilmente utilizzate anche per descrivere i personaggi di Galveston, il romanzo rivelazione di Nick Pizzolatto. La qualità “dickensiana” dei suoi personaggi, la trama non certo forte, tale da permettere ai personaggi di sporgersi e uscir fuori, è una delle caratteristiche centrali, che ritroviamo anche nelle nuove serie tv americane, da Breaking Bad a Mad Men, da Lost a True Detective. Nick Pizzolatto, del resto, è diventato di recente celebre proprio per essere il creatore, lo sceneggiatore e il produttore dell’ultima serie citata. Roy Cady, protagonista di Galveston, criminale in un’America nera, ha non pochi punti in comune con Rust Cohle, protagonista di True Detective. Una narrazione sfibrata e larvale, molta oscurità per lasciar brillare queste due stelle. 

~ di ariemma su agosto 26, 2014.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: