Damien Hirst e la filosofia del taglio

 

hirst lameViviamo in una “società dei tagli”, e per la precisione in una società “chirurgica”, ma i filosofi sembrano interessarsi di altro, non pensando questo principio primo: il taglio come principio e governo. Gli artisti, invece, sono sempre stati le antenne della civiltà e le ultime opere di Damien Hirst ne sono la prova: mappe di città rappresentate con strumenti chirurgici, senza che sia facile distinguerli a un primo sguardo. Bisogna esercitare l’attenzione per vedere “all’opera” questi strumenti. Visti solo ora, altrimenti sarebbero finiti subito nella copertina del mio libro sul taglio

~ di ariemma su dicembre 16, 2014.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: