La filosofia spiegata con le serie tv: su Il Mattino e su La Stampa continua la strepitosa rassegna

•luglio 12, 2017 • Lascia un commento

La filosofia spiegata con le serie tv su Il Piccolo di Trieste

•luglio 6, 2017 • Lascia un commento

Screenshot_2017-07-06-12-40-14[1]

La filosofia spiegata con le serie tv su Il Fatto Quotidiano

•luglio 4, 2017 • Lascia un commento

fatto quotidiano

Che cos’è la pop filosofia?

•luglio 2, 2017 • Lascia un commento

La filosofia spiegata con le serie tv: In libreria il nuovo libro pop filosofico

•giugno 27, 2017 • Lascia un commento

41TV14Muz3L

Democrazia. Da Atene a House of Cards

•maggio 28, 2017 • Lascia un commento

Filosofia della bellezza. Intervista

•maggio 11, 2017 • Lascia un commento

08-mart-laltroritratto-Till-Freiwald-Lotta-2.jpgProfessor Ariemma, Lei è autore del libro Anatomia della bellezza. Cura di sé, arte, spettacolo da Platone al selfie pubblicato per i tipi di Aracne: cos’è oggi la bellezza?

La bellezza è oggi una dimensione fondamentale per analizzare la nostra società, divenuta sempre di più una società fondata sull’esposizione (di sé, degli altri, di merci). Essere belli appare quasi un obbligo, soprattutto per le giovani generazioni. Tuttavia, mai come in questa epoca, il senso della bellezza ci sfugge.
Pensiamo spesso al bello come a qualcosa di unico e non di molteplice. Ma non potremmo sbagliarci di più. Bello, infatti, si dice in molti modi. Bella può essere una forma precisa e portata a termine, ma anche l’espressione di una libertà che non può essere racchiusa da nessuna forma. Bella può essere una storia, soprattutto se rispetta le regole del narrare stabilite da Aristotele, ma anche un dettaglio che sembra secondario rispetto alla narrazione. Nel mio libro ho cercato di mettere in evidenza queste quattro dimensioni del bello, che possiamo rintracciare nella cosmetica e nell’arte tradizionale, nel piacere che ricaviamo dall’ascoltare storie costruite in un certo modo, nell’attenzione ai dettagli propria soprattutto della nuova serialità televisiva e nell’arte contemporanea, che sembrava aver chiuso in modo definitivo con la bellezza.
Continua a leggere ‘Filosofia della bellezza. Intervista’